Santuario di San Cristoforo (Itri, LT)

L’area sacra di San Cristoforo è stata individuata la prima volta nel 2010 da Marisa De Spagnolis, la quale condusse anche le prime indagini per conto della SABAP Lazio, portando alla luce strutture relative a fasi tardo-imperiali e tardoantiche. I successivi interventi di pulizia operati da associazioni locali hanno permesso di mettere in luce parti …

Insediamento preromano di Pianara (Fondi, LT)

Dal 2022 un accordo tra Università degli Studi di Pavia, Archeologia Diffusa e Università di Siena ha permesso di iniziare le indagini in uno dei siti archeologici più interessanti del Lazio meridionale, posizionato su una propaggine dei Monti Aurunci a ridosso della piana di Fondi. Dopo l’identificazione del sito da parte di Lorenzo Quilici e …

Piana del Campo (Itri, LT)

Nel 2021 il MAProject ha inaugurato la sua stagione di ricerche nei Monti Aurunci con la prima ricognizione in località Piana del Campo (Itri, IT). Tale attività di ricognizione aveva come obiettivo principale quello di capire la natura di alcune anomalie individuate tramite l’osservazione delle mappe LiDAR disponibili per il comprensorio. Le strutture rintracciate sono …

Complesso romano delle Grotte (Portoferraio, LI)

Il complesso romano delle Grotte sorge sul promontorio affacciato sul golfo di Portoferraio, a dominare tutto il braccio di mare compreso tra il litorale di Piombino e l’approdo di Portoferraio. Le complesse strutture delle Grotte, costituite da grandi terrazzamenti, vennero costruite con tutta probabilità nella prima metà del I secolo a.C. Intorno alla prima metà …

Sant’Andrea (Campodimele, LT)

Il sito archeologico di S. Andrea rappresenta un’importante novità nel panorama dei siti d’altura nel compartimento montuoso ed ancora poco investigato della parte interna dei Monti Aurunci. Posto a ridosso del passo di S. Nicola, un importante punto di transito per la viabilità tra la Valle del Liri e la costa del Lazio meridionale, l’insediamento …

Monti Aurunci Project (MAP)

Il MAP nasce dall’idea di approcciare ad uno studio globale, diacronico e multidisciplinare dei paesaggi montuosi dei Monti Aurunci, per loro natura ricchi di criticità e importanti sfide metodologiche. Lo stesso acronimo lascia libertà sulle strategie di indagine da adottare, che vogliono essere quanto più ampie e diversificate, spaziando dalla geologia all’antropologia, dall’archeologia alla geografia …